Stefano Panzeri

Stefano Panzeri

Stefano Panzeri si diploma come attore presso il Teatro Stabile del Veneto Carlo Goldoni di Venezia. A partire dalla stagione 1999-2000 inizia a collaborare con il Centro Teatrale dell’Università di Salamanca (Spagna) e fonda l’associazione culturale RONZINANTE. Dal 2014 porta in scena la storia di Vincenzo Rabito, nei quattro capitoli di “Terramatta”, vincitore della selezione I Visionari al Festival Kilowatt di San Sepolcro. Nel maggio 2015 grazie, ad un crowdfunding, inizia OLTREOCEANO, un progetto di raccolta e restituzione della memoria migrante italiana a partire da Terra Matta, che raggiunge Argentina, Australia, Stati Uniti, UK, Svizzera, Germania.

    domenica 19 settembre

  • DOMENICA 19 SETTEMBRE - Parco di Villa Mirabello  - Varese, Centro città, Piazza Motta n. 4

    IL PAESE DELLE FACCE GONFIE – PRIMA NAZIONALE

    Un monologo agrodolce per un evitabile disastro ambientale

    parco di Villa Mirabello (piazza Motta n. 4)*

    ore 20.30

    * in caso di maltempo Salone Estense (via Sacco n. 5)

    Di Paolo Bignami | Con Stefano Panzeri | Dramaturg Chiara Boscaro | Regia Marco Di Stefano | Assistente alla regia Cristina Campochiaro | Responsabile tecnico Enzo Biscardi

    Progetto: La Confraternita del Chianti | Una produzione Associazione Interdisciplinare delle Arti| con il sostegno del MIBACT | con il sostegno di Teatro In folio/Residenza Carte Vive |Testo Vincitore del Mario Fratti Award 2017 (New York, USA)

    Alcuni avvenimenti restano nella memoria personale e collettiva in modo indelebile e possono segnare la propria visione del mondo. Nel luglio di tanti anni fa io e altri bambini guardavamo il cielo nel timore che la nube tossica partita da Seveso potesse passare di lì. Era il 1976 e i disastri ambientali che seguirono troppo spesso hanno ricordato quanto accaduto a Seveso.

    “Il paese delle facce gonfie” racconta un disastro ambientale che avrebbe potuto essere evitato se si fosse dato ascolto a chi aveva a cuore la salute della gente. La voce è quella di un uomo che vorrebbe tornare bambino, quando le nuvole gli passavano sopra la testa ed erano desideri che aspettavano di prendere forma. La storia, i luoghi e i personaggi sono di fantasia, ma tornano alla mente gli eventi che hanno danneggiato e continuano a danneggiare salute e ambiente, a testimoniare che poco si è imparato negli anni

    Paolo Bignami

    Prenotazione obbligatoria. Per prenotare clicca qui.

Questo sito utilizza i cookie per offrire l'esperienza web migliore possibile. Proseguendo e utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.