Percorsi tra arte e natura

Panorami tra Arte e Natura

Percorsi storico-naturalistici alla scoperta del territorio, tra paesaggi mozzafiato, antichi cammini, testimonianze storiche e artistiche, peculiarità botaniche, osservazioni astronomiche ed oasi incontaminate di pace e di tranquillità

  • sabato 21 settembre
  • Sabato 21 settembre dalle ore 9.00 alle 15.00 - Parco Valle del Lanza e Cave di Molera  - Ritrovo: Vecchia stazione ferroviaria della Valmorea, località Folla di Malnate (via Gorizia)

    PARCO VALLE DEL LANZA E CAVE DI MOLERA

    Percorso pianeggiante e senza difficoltà lungo le anse del torrente Lanza, che da il nome alla valle e che, con le sue acque cristalline, la percorre liberamente senza interventi dell’uomo. Con una portata d’acqua stabile nel corso dell’anno, grazie alle varie sorgenti che lo alimentano, il Lanza è stato sfruttato sin dall’antichità per far funzionare i molini. Tra quelli che si possono vedere lungo il cammino, il più bello e meglio conservato è il Molino Trotto/ Mazzolio, dove sono ancora presenti le macchine delle macine, il vaglio che separava il grano dalla crusca e vari reperti storico-artistici di notevole valore. Interessanti anche le varie cave di molera, arenaria grigia che veniva utilizzata per produrre mole. In collaborazione con il CAI Sezione di Varese.

    Numero massimo di partecipanti: 30
    Prenotazione obbligatoria

    Prenotazioni aperte dalle ore 14.00 di sabato 14 settembre 2019.

    Si consigliano abbigliamento a strati adatto alla stagione e calzature adeguate. Pranzo al sacco.

  • domenica 22 settembre
  • Domenica 22 settembre dalle ore 9.00 alle 13.00 - Velate, Sacro Monte e Fonte del Ceppo  - Ritrovo: piazza S. Stefano, Velate

    VELATE, SACRO MONTE E FONTE DEL CEPPO

    Percorso senza grosse difficoltà, che richiede un minimo di attenzione nella salita dopo l’attraversamento del Vellone per raggiungere la Funicolare, che si prenderà per arrivare al Sacro Monte. Visita guidata alla cripta e discesa lungo il viale della Cappelle. Antichissimo insediamento già in epoca romana posto sulla strada militare che collegava Como, Arcisate, Induno, Velate e Casciago con Angera, il borgo è citato già nel 922 come Santa Maria del Monte di Velate. La presenza del Cristianesimo è comunque antecedente ed è documentata dalla sepoltura nella chiesa di San Cassiano di una giovane morta nel 465, in epoca longobarda e medioevale e dalla elevazione ad arcivescovo di Milano di un suo cittadino, Guido del Valvassori di Velate. In collaborazione con il CAI Sezione di Varese.

    Prenotazione obbligatoria.

    Prenotazioni aperte dalle ore 14.00 di sabato 14 settembre 2019.

    Si consigliano abbigliamento a strati adatto alla stagione e calzature adeguate. Lungo il percorso non sono presenti fonti d’acqua potabile

  • sabato 28 settembre
  • Sabato 28 settembre dalle ore 9.00 alle 13.00 - Via Francisca del Lucomagno  - Ritrovo: Piazza Libertà, 1

    LA VIA FRANCISCA DEL LUCOMAGNO

    da Casbeno a Capolago

    Camminata lungo un tratto varesino della via Francisca del Lucomagno alla scoperta di angoli artistici e naturalistici. Un cammino di altri tempi, dove la magnificenza delle montagne lascia il posto a splendidi panorami: la via Francisca del Lucomagno è un percorso fitto di testimonianze storiche e religiose, che nell’antichità consentiva a pellegrini e imperatori di raggiungere Roma partendo dal Lago di Costanza. L’itinerario proposto ripercorre il tratto cittadino del Cammino della via Francisca che da Casbeno arriva a Capolago. In collaborazione con Regione Lombardia – UTR Insubria-Varese e Provincia di Varese, Settore Cultura, Turismo e Sport.

    Numero massimo di partecipanti: 40
    Prenotazione obbligatoria

    Prenotazioni aperte dalle ore 14.00 di sabato 14 settembre 2019.

  • Sabato 28 settembre dalle ore 14.30 alle 17.30 - Lissago-Mustonate  - Ritrovo: Campo Sportivo di Lissago, via Salvini

    LISSAGO E MUSTONATE

    Passeggiata fra Natura e Memoria… dal museo della civiltà contadina della Curt Granda alla chiesetta di S.Antonio Abate di Mustonate attraverso i sentieri della Valle Luna. Alla scoperta del lago effimero, della tana della volpe, del sasso del boia accompagnati da un geologo, da un agronomo e da una biologa, in collaborazione con il Centro Culturale Lissago Schiranna.

    Numero massimo di partecipanti: 30
    Prenotazione obbligatoria

    Prenotazioni aperte dalle ore 14.00 di sabato 14 settembre 2019.

  • domenica 29 settembre
  • Domenica 29 settembre dalle ore 9.00 alle 15.00 - Valle del Torrente Bevera  - Ritrovo: località Ca’ Bassa (Motorizzazione Civile di Varese - via Ca’ Bassa n. 30)

    VALLE DEL TORRENTE BEVERA

    Il parco della Valle della Bevera rappresenta una delle poche zone verdi con forti connotazioni di naturalità con ambienti boschivi, prati, e una forte presenza di mammiferi, cinghiali, volpi, tassi e pesci, anfibi e crostacei come il gambero di fiume. Già il toponimo denuncia una chiara matrice celtica: molte sono infatti nel nord Italia le località con questo nome, che indica ancora oggi luoghi ricchi d’acqua. Il percorso è pianeggiante fino sotto Velmaio poi, seguendo una antichissima carrareccia che collega Cantello con Velmaio ed Arcisate, sale fino ad incontrare nel cimitero di Ligurno la chiesa di Madonna in Campagna, databile alla metà dell’undicesimo secolo. Si ipotizza che il progetto sia dell’Architetto Lanfranco da Ligurno, autore certo del chiostro di Voltorre e del duomo di Modena. Si passerà poi, sulla via del ritorno, dalla Cassina del Foo (Faggio) e dalla località Pianezzo. In collaborazione con CAI Sezione di Varese.

    Numero massimo di partecipanti: 30. Prenotazione obbligatoria.

    Prenotazioni aperte dalle ore 14.00 di sabato 14 settembre 2019.

    Si consigliano abbigliamento a strati adatto alla stagione e calzature adeguate. Pranzo al sacco.

Questo sito utilizza i cookie per offrire l'esperienza web migliore possibile. Proseguendo e utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.