NON BASTA LO STOP AL CONSUMO DI SUOLO: OCCORRONO LEGGI REGIONALI PER INCENTIVARE LA RIGENERAZIONE URBANA

Giuristi e urbanisti approveranno la “Carta di Varese” un documento sulla nuova stagione urbanistica regionale

Il 28 e 29 settembre si terrà a Varese il XXI Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Diritto Urbanistico, organizzato dal Centro di Ricerca sulle politiche ambientali e territoriali dell’Università degli Studi dell’Insubria.

Il Congresso, patrocinato dalla Conferenza Stato-Regioni, dalla Regione Lombardia, dall’Università dell’Insubria e da ordini e organizzazioni professionali, e reso possibile dal sostegno della Fondazione Valcavi, si propone di formulare proposte concrete per l’evoluzione della legislazione regionale sul governo del territorio.

Come spiega il professor Emanuele Boscolo, professore ordinario di diritto Amministrativo dell’Università degli Studi dell’Insubria «Nel silenzio del legislatore nazionale (la legge urbanistica nazionale risale al 1942), le regioni stanno cambiando il volto dell’urbanistica e le nuove leggi regionali devono occuparsi di nuovi temi. I Piani urbanistici sono divenuti gli strumenti di tutela del suolo – riconosciuto come bene ambientale – devono occuparsi della tutela e della valorizzazione del paesaggio e devono concentrare il soddisfacimento dei bisogni insediativi nei tessuti urbani. Le città devono divenire resilienti (e smart) per reggere al cambiamento climatico e per garantire qualità della vita ai cittadini. Nelle città si deve concentrare l’offerta di servizi e un nuovo welfare per garantire inclusività. Per perseguire questi obiettivi occorre che leggi regionali strutturino correlazioni tra il divieto di consumo di nuovo suolo (passaggio che segna la fine dell’epoca dell’urbanistica espansiva) e la rigenerazione urbana, modello di intervento in cui convergono le diverse politiche urbane che le leggi devono incentivare mediante semplificazioni e decontribuzioni per stimolare l’iniziativa degli operatori. I territori sono profondamente diversi e le leggi devono delineare regole appropriate: i centri storici delle città stanno perdendo la loro identità tradizionale in carenza di una politica sul commercio; i centri dei comuni più piccoli (anche nella nostra provincia) si stanno invece spopolando e degradando; le periferie devono essere riconnesse alle città mediante interventi non solo urbanistici ma anche sociali e infrastrutturali. A queste diverse questioni devono rispondere piani che esaltino l’autonomia dei comuni».

Il Convegno, in cui lavoreranno insieme giuristi (i migliori specialisti del diritto amministrativo-urbanistico) e urbanisti delle università italiane, approverà la ‘Carta di Varese’: un documento in cui saranno sintetizzati obiettivi, strategie e dispositivi giuridici per aprire la nuova stagione dell’urbanistica regionale.

“Verso leggi regionali di quarta generazione lo strumento urbanistico comunale nella nuova stagione legislativa regionale: funzioni, struttura, contenuti e nuove urgenze” si terrà a Villa Panza (piazza Litta 1), venerdì 28 settembre dalle ore 9.30 alle 18 e sabato 29 settembre a Palazzo Estense (via Sacco 1).

Organizzatore: professor Emanuele Boscolo, professore ordinario di diritto Amministrativo dell’Università degli Studi dell’Insubria; autore di oltre centocinquanta pubblicazioni in tema di urbanistica, ambiente e paesaggio.

 

Programma

Venerdì 28 settembre, ore 9.30 Saluti delle Autorità

Ore 10.00 – I sessione Presiede: Erminio Ferrari

Relazione introduttiva: Paolo Stella Richter

Leggi regionali di quarta generazione: struttura e contenuti” – Emanuele Boscolo

I retaggi della legge urbanistica e i principi in materia di governo del territorio” – Sandro Amorosino

Strumenti urbanistici e attività economiche” – Eugenio Picozza

Dal piano al piano. La suggestione del progetto” – Vincenzo Caputi Iambrenghi

Ore 14.30 – II sessione Presiede: Maria Alessandra Sandulli

Dal piano al progetto urbano” – Paolo Urbani

La città, luogo di nuove forme di partecipazione” – Anna Simonati

La rigenerazione urbana” – Giovanni Guzzardo

I fattori ambientali: cambiamento climatico, consumo di suolo, dissesto idrogeologico” – Cesare Lamberti

Le leggi regionali sul consumo del suolo” – Alessandro Calegari

Governo del Territorio e discrezionalità dei pianificatori” – Fabio Saitta

 

Sabato 29 settembre ore 9.00 – Assemblea dei soci

Ore 9.30 – III sessione Presiede: Aldo Travi

Dibattito con interventi programmati di urbanisti e giuristi

Elaborazione condivisa di una mozione conclusiva

 

Programma/info

Questo sito utilizza i cookie per offrire l'esperienza web migliore possibile. Proseguendo e utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.