Nature Urbane 2018, il festival del paesaggio di Varese

Un Giardino di Emozioni: torna il grande appuntamento con l’ambiente

Oltre 400 appuntamenti, residenze storiche aperte in esclusiva, letture e concerti nei parchi: un evento da non perdere alla scoperta dei paesaggi e delle architetture della città giardino

Varese, 6 settembre 2018 – Dal 20 settembre torna NATURE URBANE, la seconda edizione del festival del paesaggio di Varese. Dopo il successo dell’anno scorso con oltre 20mila presenze, torna il grande evento che ci porterà alla scoperta dei paesaggi e delle architetture della città giardino. Dieci giorni e 400 visite in parchi e giardini, dieci ville in più rispetto all’anno scorso per un totale di 23 residenze private storiche che apriranno le loro porte al pubblico in esclusiva assoluta per il festival. 16 imperdibili itinerari fra natura, storia e cultura negli irripetibili scenari ambientali della città giardino, oltre 20 appuntamenti dedicati esclusivamente ai bambini e ragazzi delle scuole che saranno coinvolti in attività di educazione ambientale. Un grande pic-nic nel parco con musica, concerti e pranzo sull’erba. Artisti famosi che verranno a Varese a leggere il romanzo L’Isola del tesoro di Robert Louis Stevenson sotto gli alberi e negli scenari più belli dei famosi parchi della città. Dieci attori racconteranno, giorno per giorno, le avventure di Jim, voce narrante del romanzo. A leggere le pagine dell’Isola del tesoro arriveranno a Varese Monica Guerritore, Massimo Popolizio, Giobbe Covatta, Lella Costa, David Riondino, Mario Perrotta e Max Pisu. A loro si alterneranno giovani attori del Piccolo Teatro di Milano, per ricreare un mondo di pirati, insidie, canzoni e pappagalli che è entrato a far parte dell’immaginario di tutti noi. Ad inaugurare la kermesse il concerto del Trio Carbonare, ensemble d’eccezione di livello internazionale.

«Eccoci alla seconda edizione di NATURE URBANE – ha detto il sindaco di Varese Davide Galimberti – a pochi giorni in cui Varese è stata teatro di grandi competizioni sportive di carattere mondiale e ci si prepara a realizzare una grande mostra di Guttuso in uno dei luoghi più belli della città. NATURE URBANE è una grande vetrina che ha l’obiettivo di far conoscere Varese e invogliare turisti e famiglie a venire a visitare la città non solo nei giorni del festival ma tutto l’anno. Questo è il senso di una grande iniziativa come NATURE URBANE: fare promozione turistica e del territorio. La seconda edizione del festival regalerà ai varesini, ai lombardi, agli italiani e ai tanti stranieri ancora più giardini privati e ville che si svelano, ancora più emozioni tra arte, natura, cultura, cibo e tanto altro. Ospiteremo per 10 giorni migliaia di turisti curiosi di scoprire il bello che offre una città modello di integrazione tra natura e urbanizzazione a tutti coloro che sono interessati a viverne e approfondirne gli stimoli per cambiare in meglio le nostre città e la qualità della vita».

Tutto è pronto dunque per l’apertura della grande kermesse della città giardino che per 10 giorni metterà al centro l’ambiente, il paesaggio, le architetture di Varese. Tantissimi appuntamenti per un festival che si preannuncia ricco di emozioni e da qui anche lo slogan che ne farà da filo conduttore: Varese, un giardino di emozioni. La città capoluogo alle pendici del Parco dei Fiori si prepara dunque ad aprire le proprie porte a tutti quelli che vorranno venire a conoscere le sue ricchezze paesaggistiche, culturali e ambientali. Attraverso un ricco programma di eventi infatti il Comune di Varese intende portare i visitatori alla scoperta del patrimonio che ha valso l’appellativo di città giardino a Varese. Ci sarà modo di visitare parchi, partecipare ad incontri, fare passeggiate su sentieri con scenari e panorami splendidi, ascoltare concerti e letture di libri nel verde di cui Varese è ricca. Ampio spazio poi verrà dato al tema dell’enogastronomia di qualità con gli eventi inseriti in Culture e colture, un viaggio alla scoperta dei prodotti tipici e tradizionali di qualità e dell’imprenditorialità varesina legata all’enogastromia.

A parlare di paesaggio arriverà a Varese il 25 settembre João Ferreira Nunes, architetto paesaggista. Per una conversazione sulla Natura che non ti aspetti è da non perdere la serata con il naturalista genovese Emanuele Biggi, fotografo, attualmente unico membro italiano della International League of Conservation Photographers e comunicatore scientifico. Durante la serata, tra foto e racconti, Emanuele Biggi, accompagnerà il pubblico a scoprire cosa si cela ai nostri occhi nelle città italiane e non solo. Le città offrono invece molti spunti di osservazione, soprattutto per chi ha la voglia di osservare più da vicino, tra le crepe dei muri e i giardini urbani. Il 26 settembre l’approfondimento su paesaggio e architettura sarà a cura dell’archistar Michele De Lucchi, mentre con Barbara Mazzolai, Direttrice del Centro di Micro-Biorobotica dell’Istituto Italiano di Tecnologia, si parlerà di “come la natura ispira la robotica”. Durante il festival si svolgerà anche un corso di formazione dedicato ai giornalisti: “Comunicare il territorio, come la cronaca del patrimonio ambientale può cambiare la cultura di un paese”.

Non mancherà poi il Fuorifestival di NATURE URBANE con spettacoli teatrali, concerti, incontri ed iniziative per i più piccoli.

 

NATURE URBANE 2018 è stato reso posssibile grazie ai proprietari ed agli amministratori delle ville che si sono resi disponibili ad aprire al pubblico le loro dimore: Varesestabili s.r.l. per Cascina Gaggiano; Maria Paola Murgia e Alessandro Marzorati per Villa Agosteo; Giovanni Sala e famiglia per Villa al Nonaro; Maria Elisabetta Dezirelli per Villa Bianchi Dezirelli; Nora Baldini per Villa Bianchi Piatti Clerici; Istituto Suore Cappuccine di Madre Rubatto–Ente Ecc. Civ. Ric. per Villa Biumi Redaelli; Luigi e Ambrogio Brusotti per Villa Brusotti; Maria Stella Egitto e figlie per Villa Carabelli Gervasini; Maria Grazia Crippa per Villa Carmen Sylva; Angelo Carlo Vanetti per Villa Colombo; Antonio Zanoletti e famiglia per Villa Concordia; Gualtiero Vittorio Bruni Andrea per Villa Craven De Seyssel D’Aix; Paolo Spriano per Villa Esengrini Montalbano; Mauro Fiorilli per Villa Giardino Orchidea; Le Residenze per Villa Molina; ASST Sette Laghi per Villa Moretti; Giovanni Battista Litta Modignani per Villa Mozzoni-Quaranta Colonne; Studio Livia Caglioti per Villa Mozzoni-Vecchia Biumo; Sicre Srl–Legale Rappresentante Sig.ra Sumiyo Ueda per Villa Paradeisos; Lodovica Monti e Ilaria Monti per Villa San Francesco; Arturo Aletti e famiglia per Villa Spartivento; Paolo Alberto Lamberti per Villa Zambeletti; Camera di Commercio di Varese per le Ville Ponti; Provincia di Varese per Villa Recalcati.

Grazie ad ILPEA S.p.A. e agli sponsor che hanno sostenuto la seconda edizione del festival: SI.EL.CO S.r.L., Carlsberg Italia S.p.A, SCV Servizi srl, Dama S.p.A.- Paul & Shark, Fielmann, FIL.VA S.r.L., Gabri Casa, Merlett Tecnoplastic S.p.A., SEA S.p.A., LATI Industria Termoplastici, Lady S.R.L, GHP per Palace Grand Hotel, Belgo Brico, Albergo Ristorante Colonne, SEV S.p.A.

Per il patronato e il contributo si ringrazia Regione Lombardia. Per il patrocinio accordato si ringraziano: Commissione Europea, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Ministrero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo. Per la collaborazione si ringraziano: FAI, Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa, CAI Varese, Centro Culturale Lissago Schiranna, Condotta Slow Food della Provincia di Varese, Consorzio Qualità Miele Varesino, Ordine degli Architetti, Università dell’Insubria, Politecnico di Milano, Ente Parco Campo dei Fiori, Coldiretti Varese, Confagricoltura Varese, AIAPP, Florovivaisti varesini LIPU Varese, Società Astronomica Schiaparelli, WTS. Ed ancora: AIME, Confcommercio Ascom Varese Confesercenti, Università Carlo Cattaneo – LIUC, Ordine degli Agronomi e Forestali di Varese, Prefettura di Varese, Questura di Varese, Servizio regionale di vigilanza ecologica volontaria – GEV: gruppo di lavoro di educazione ambientale-Comune di Varese, Sistema Socio Sanitario Regione Lombardia (ASST Sette Laghi e ATS Insubria), Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, Ufficio Scolastico per la Lombardia – Varese, Ufficio Territoriale Regionale Insubria – Varese. Per la partecipazione si ringraziano: Accademia Musicale Camille Saint-Saëns, AIDU-Associazione Italiana di Diritto Urbanistico, Acsm Agam Ambiente, Archeologistics, Associazione Amici del Monumentale di Milano, Associazione Freezone, Associazione Mtbipa, Associazione Sporting & Fitness Club, Centro Gulliver Varese, Comitato per le Celebrazioni del Bicentario della nascita di Carlo Maciacchini 1818-2018, Delegazione FAI di Varese, Fiab Ciclocittà Varese, Fondazione Progetto Arca, Foto Club Varese, gli organizzatori del Green Mobility Day, Imagina Arte Cultura Eventi Legambiente Varese, Liceo Classico Cairoli, Museo Castiglioni, OfficinAmbiente, Somsart, Vibram.

Questo sito utilizza i cookie per offrire l'esperienza web migliore possibile. Proseguendo e utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.