Flavio Oreglio

Flavio Oreglio

Flavio Oreglio, nato artisticamente a metà degli anni ’80 nei locali dei Navigli a Milano, laureato in Scienze Biologiche (Ecologia), musicista, attore, cultore del Teatro Canzone, si esprime da sempre coniugando riflessione e umorismo, comicità e poesia, satira e impegno civile.
Dopo gli “Scritti giovanili” (1976 – 1977) e l’opera prima “Ridendo e sferzando” (1985 – 1995) diventa un caso editoriale (due milioni di copie vendute) con la trilogia de “Il momento è catartico” (2000 – 2005). Dal 2006 al 2010 elabora il progetto teatrale/editoriale “Siamo una massa di ignoranti parliamone” dal quale nascono due produzioni musicali “Siamo un massa di ignoranti. Parliamone” e “Giù”. Dal 2011 ad oggi elabora il progetto editoriale “Storia curiosa della scienza” dal quale nasce lo spettacolo teatrale “Sulle spalle dei giganti”.
Parallelamente alla sua attività artistica, con il progetto Musicomedians, Oreglio ha avviato una rigorosa rilettura del rapporto tra attore e musicista, attraverso la realizzazione di un “Centro studi” e approntando analisi e ricerche di carattere storico – culturale e tecnico sulla fenomenologia della comicità e della canzone d’autore.

    domenica 1 ottobre

  • Ore 18:30 - Villa Andrea Ponti  - Biumo superiore, piazza Litta n. 2

    Di ramo in ramo di villa in villa

    Viaggio a puntate con Il barone rampante di Italo Calvino

    Flavio Oreglio legge la terza puntata:
    Un gentiluomo, signor padre, è tale stando in terra come stando in cima agli alberi…(da Italo Calvino)

    Lettura a puntate de Il barone rampante nella scenografia incantevole degli alberi secolari dei parchi cittadini. Ogni sera alle 18.30 dieci attori eccellenti raccontano, giorno dopo giorno, le vicende di Cosimo, il giovane barone che il 25 giugno 1767, dopo un banale litigio col padre, sale su un albero, si arrampica tra i rami, passa da una pianta all’altra, e decide che non scenderà mai più.
    Una narrazione evocativa e simbolica, ricca di peripezie e di incontri, di personaggi memorabili, amori romantici e passionali, vicende irresistibilmente comiche.
    Gli interpreti portano in vita un mondo fatto di risvegli, di odori e rumori che hanno la forza suggestiva e prorompente della natura per dare forma e voce a quel mondo al tempo stesso fantastico e poetico che fa di Calvino un grande creatore di universi immaginari e al tempo stesso estremamente lucidi, reali, attuali.

    In caso di maltempo la lettura si terrà a Villa Andrea – Sala Carlo Emanuele.

Questo sito utilizza i cookie per offrire l'esperienza web migliore possibile. Proseguendo e utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.